La Chiropratica è una professione sanitaria naturale, olistica e vitalistica. Si occupa delle affezioni a carico della colonna vertebrale, del sistema nervoso, dei muscoli, tendini e delle articolazioni, sorte in seguito a traumi oppure a carichi errati di breve o lunga durata, dai quali spesso derivano una limitazione dei movimenti e stati dolorosi; tutti questi disturbi possono essere curati o, per lo meno, alleviati dal chiropratico.

La Chiropratica ha contribuito a riconoscere nella non corretta funzionalità della colonna vertebrale un importante fattore morboso. Ha sviluppato e sostenuto, agli inizi con scetticità e attualmente con il consenso della medicina ortodossa, un nuovo modo di affrontare un problema vecchio quanto l’umanità. Se prima infatti si consigliava, erroneamente, assoluto riposo a letto come cura del mal di schiena semplice, oggi più correttamente si consiglia di rimanere attivi. Oltre alla colonna vertebrale, la chiropratica può aiutare a risolvere anche alcune patologie delle estremità ed alleviare le sintomatologie dolorose degli organi, di origine somatoviscerale (un “blocco” alla schiena per esempio può causare in alcune circostanze alterazioni dei movimenti intestinali).

Ricerche schientifiche hanno confermato l’efficacia del trattamento chiropratico non solo in patolgie quali: ernia del disco, cervicale, artrosi, emicrania ma anche in patologie come: asma, otite media, tonsillite, ipertensione, diturbi pelvici\dismenorrea  e molte altre.

Dr. Stefano Arata, laureato in chiropratica presso il Life Chiropractic College West a San Francisco, negli Stati Uniti lavora presso il Centro di Medicina Biologica a Monza