L’importanza dell’intestino nei processi di difesa dell’organismo è oggi largamente riconosciuta. Esso viene a ragione considerato come un vero e proprio organo immunitario di grande importanza.

Data la molteplicità delle funzioni della microflora intestinale ne deriva che sono numerose le condizioni patologiche dovute alla sua alterazione: dall’alitosi alle diarree, dalle coliti al meteorismo, al favorire malattie infiammatorie e degenerative.
Il disordine microbico intestinale dovuto ad alimentazione inadatta o stress produce una variazione ed alterazione della flora, con proliferazione di batteri e funghi e di conseguenza produzione di tossine che attraverso il sangue vanno ad intossicare ed ammalare cellule, tessuti ed organi.
Mantenere l’equilibrio dell’ecosistema batterico nel tratto gastrointestinale significa contribuire alla conservazione di un buon stato di salute e benessere generale.

Il Gut Screening, test rivoluzionario unico nel suo genere in Italia, è un test che si esegue sulle feci ed urine, ad analizza sia la parte digestiva che la parte infettiva. Si tratta in pratica di un sistema di esami che spazia dalla microbiologia alla microscopia per ricerca di  patogeni o parassiti e parallelamente ad una quantificazione di un potenziale disequilibrio della flora intestinale fermentativo o  putrefattivo (es. bifidobatteri, lattobacilli ed enterococchi) . Quest’ultimo dato, risulta di particolare rilevanza per stabilire che tipo di approccio nutrizionale riservare al paziente ed una indicazione di rimedi specifici.

Nella valutazione microbiologica viene fatta una accurata ricerca mediante l’uso di particolari terreni di cultura per permettere l’identificazione di batteri, di funghi e di seguito dei simbionti. Identificato il problema si passa all’indicazione della terapia mediante (secondo il soggetto):

  • Antibiogramma : antibiotici di uso comune o speciali
  • Aromatogramma : test per l’utilizzo degli Oli Essenziali con potere germicida specifico
  • Antimicogramma : per l’identificazione degli antibiotici più idonei.

L’esecuzione del Gut Screening è particolarmente indicata in caso di :

  • Coliti croniche
  • Colon irritabile
  • Alterazioni dell’alvo ( diarree, stipsi)
  • Malattie infiammatorie
  • Gonfiore addominale
  • Disbiosi
  • Dismicrobismo( funghi,  parassiti…)
  • Disturbi digestivi
  • Gastriti

Screening Olistico Orine

Analisi eseguita sulle orine, effettuata nello stesso contesto del Gut Screening, serve per svelare lo stato di DISBIOSI oltre che lo stato biologico degli organi emuntori, cioè quegli organi che servono allo smaltimento delle tossine, e quindi valutare la loro capacità di eliminare gli scarti metabolici.

Se gli organi preposti non depurano sufficientemente, lo stato tossico si ripercuote sulle cellule ed in particolare sul tessuto mesenchimale.

Mantenere l’equilibrio dell’ecosistema batterico nel tratto gastrointestinale significa, contribuire efficacemente alla conservazione di un buono stato di salute generale.

Il test viene eseguito su campioni di feci e di urine