Fonte: www.ciclomestruale.info

Con il termine amenorrea si indica la mancanza di flusso mestruale in una donna in età fertile. Si fa una distinzione tra amenorrea primaria e secondaria: la prima indica la scomparsa delle mestruazioni nel periodo della pubertà da ascrivere principalmente a malformazioni dell’utero e delle ovaie, ma anche a delle disfunzioni degli organi endocrini, e in parte minore ad altre cause comunque legate a problemi fisici; la seconda invece si riferisce alla scomparsa del ciclo mestruale per un periodo di circa sei mesi dopo una cadenza caratterizzata da flussi regolari, ed è legata in particolare alla gravidanza, al periodo dell’allattamento, alla menopausa e può dipendere da fattori di natura patologica da collegare a disfunzioni ormonali. Una causa comune tra le due tipologie di amenorrea è rappresentata dall’insorgenza dell’ovaio policistico, non mancano casi di assenza delle mestruazioni provocati da condizioni di forte stress psichico e fisico o da problemi alimentari, da ricondurre il più delle volte all’anoressia.

Tra le diverse cure conosciute per risolvere questa problematica, la medicina alternativa offre delle soluzioni che partono dalla considerazione che l’assenza di mestruazioni è correlata ad un problema che influenza la stessa ovulazione. Per eseguire una esatta diagnosi si rendono necessari alcuni esami di laboratorio come ad esempio il dosaggio degli ormoni LH, prolattina,FSH, TSH, estradiolo, progesterone o una ecografia delle ovaie e, in via preliminare alla terapia omeopatica, bisognerà sottoporsi  ad una visita medica per risalire ad un’anamnesi di natura psico-fisico ed individuare l’eziologia del disturbo. Il metodo omeopatico supporterà pertanto nella identificazione delle cause che determinano la patologia individuando favorendo pertanto la scelta della cura più adatta.

Sulla base delle indagini preliminari sopra citate, l’omeopata potrà consigliare diverse terapie da seguire che prevedono, nella maggioranza dei casi, l’assunzione di specifici preparati quali: apis, pulsatilla, ignatia, sepia, natrum muriaticum. I rimedi omeopatici consigliati in tal caso, la cui efficacia è stata dimostrata dalla stessa letteratura clinica, includono: il Ferrum metallicum 15 CH prescritto per alcuni sintomi quali il pallore e la sensazione di spossatezza; la Pulsatilla 15 CH indicata in caso di amenorrea nell’età nella pubertà, per attenuare i dolori che interessano la zona addominale e che si estendono anche nella zona pelvica oltre a lenire la tensione mammaria dei sintomi che si presentano in concomitanza della comparsa del flusso;
il Natrum muriaticum CH consigliato principalmente alle ragazze asteniche che manifestano un’eccessiva magrezza.

Normalmente a fianco del trattamento farmacologico si suggerisce di adeguare il proprio stile di vita, evitando situazioni di stress e seguendo una dieta equilibrata e salutare.