L’Ossigeno Ozono Terapia: uno strumento per rallentare i danni del tempo Post2PDF

L’Ossigeno Ozono Terapia:  uno strumento per rallentare i danni del tempo

    L’Ossigeno Ozono Terapia nella prevenzione dei danni del tempo è indicata particolarmente dopo i 40 anni, sia per uomini che donne.
    È una terapia sicura, ma deve essere effettuata solo ed esclusivamente da personale medico.
    L’ozono viene utilizzato in medicina in virtù delle sue azioni dirette ed indirette sui metabolismi ed per i suoi effetti biologici sugli organi e tessuti.

    Tale pratica medica consente in una elevata percentuale di casi di risolvere o perlomeno di migliorare, con notevoli benefici personali e sociali, numerose patologie, altrimenti fortemente invalidanti.

    AREE DI INTERVENTO:

    Patologie ortopediche:ernia del disco lombare e cervicale, artrosi del ginocchio, dell’anca, periartrite scapolo-omerale, sindrome del tunnel carpale e tarsale.Il  soggetto già dopo pochissime sedute ha la scomparsa del dolore e può riprendere la propria normale attività lavorativa.

    Patologie vascolari venose: gambe gonfie, vene varicose, ulcere trofiche agli arti inferiori.

    Patologie batteriche e virali : L’attività battericida dell’ossigeno ozono terapia è usata con successo per il trattamento delle affezioni causate da infezioni virali e altre eziologie suscettibili di sovrapposizione infettiva batterica; un esempio è il trattamento dell’Herpes Zoster e Simplex, oppure il trattamento, come complemento, della rettocolite ulcerosa; e ancora, proctiti, ragadi anali, infezioni da cytomegalovirus e parvovirus in immunodepressi, infezioni da papilloma virus, sindrome da stanchezza cronica, rhinovirus, disbiosi intestinale.

    Patologie da carente apporto di ossigeno: Un ruolo forte è giocato dall’ossigeno ozono terapia nel contrastare le patologie che limitano l’apporto di ossigeno al corpo, quali l’arteriosclerosi, le ulcere flebostatiche, la maculopatia diabetica, quella ischemica e quella retinica generativa senile.

    Medicina riabilitativa: rigidità articolare, dolore da contrattura muscolare.

    Osteoartrosi: In questa patologia, l’ossigeno ozono terapia, oltre ad abbassare costantemente la sintomatologia dolorosa, favorisce il rilassamento delle fasce muscolari coinvolte, favorendo il recupero della flessibilità e della funzionalità complessiva
    Medicina sportiva
    : epicondiliti, distorsioni articolari, strappi muscolari
    Malattie della pelle: invecchiamento cutaneo, smagliature. piaghe da decubito e gangrene diabetiche, funghi e parassitosi

    Malattie dell’intestino: proctiti, coliti, rettocolite ulcerosa, fistola anale

    Cellulite. L’ozono terapia combatte la cellulite, visto che questo inestetismo è causato da ritenzione di liquidi e da cattiva circolazione sanguigna che può essere riattivata dall’ossigeno
    Scompaiono anche i classici sintomi legati alla cellulite, come la pesantezza alle gambe, l’edema, il prurito. Inoltre la pelle riacquista un aspetto piacevole, diventa più tonica e viene eliminata l’antiestetica effetto buccia d’arancia. Sono sufficienti dieci sedute per risolvere gli inestetismi.

    In campo estetico, l’ozono entrando nel metabolismo cellulare della pelle favorisce il miglioramento dei processi fisiologici, riportando il giusto equilibrio al mantello idrolipidico, prevenendo la disidratazione e nutrendo la cute in profondità.
    Protocollo antiaging.Prevede interventi mirati e personalizzati nei confronti del processo d’invecchiamento e delle relative patologie, attraverso la prevenzione, la cura e il miglioramento dello stato fisico, estetico e psicologico.
    L’obiettivo è il ripristino dell’equilibrio funzionale sia degli organi interni sia della pelle, ritardando così l’invecchiamento con evidenti risultati estetici e di benessere soggettivo.

    Per informazioni e prenotazioni:

    Centro di Medicina Biologica: Via G. Ferrari, 6 Monza - prenotazioni: Tel. 039- 2914149 - E-mail: info@cembio.it