La Disbiosi Intestinale è uno stato di alterata ecologia della microflora che causa malattia. Può esistere a livello del  cavo orale, del tratto gastroenterico e vaginale.
In caso di Disbiosi, organismi a bassa virulenza intrinseca, la grande maggioranza dei batteri, lieviti e protozoi possono indurre malattie mediante alterazioni dello stato nutrizionale o la risposta immune dell’ organismo.
Un’alterazione di quest’ecosistema può comportare importanti conseguenze sullo stato di salute con sintomi o patologie sia locali che sistemici.

In presenza di una Disbiosi intestinale è importante una diagnosi precisa e tempestiva che consente di attuare un trattamento il più possibile efficace per evitare il cronicizzarsi di questa condizione e quindi la conseguente insorgenza di ripercussioni a carico di altri organi ed apparati con comparsa di intolleranze alimentari, carenze viaminiche, problematiche dermatologiche come acne e dermatite seborroica,  infezioni ricorrenti a carico dell’apparato uro-genitale (cistite, prostatite, vaginite, candidosi).

Presso il Centro di Medicina Biologica è possibile eseguire due indagini importanti ai fini diagnostici: .

il DISBIOSI TEST
Il Disbiosi Test rappresenta il Presidio di Laboratorio per individuare quantitativamente e monitorare i pazienti che evidenziano uno stato di disbiosi intestinale.
Il test non invasivo, permette di dosare a livello urinario 2 markers della disbiosi intestinale:
Indicano e Scatolo che consentono di stabilire l’eventuale presenza di disbiosi a carico dell’intestino tenue e del grosso intestino.

Il Gut screening è un innovativo test eseguito sulle feci del paziente che consente di avere un quadro più dettagliato sullo stato di salute del nostro intestino in quanto permette di valutare non solo la presenza eventuale di disbiosi intestinale ma anche di alterazioni a carico della mucosa intestinale soprattutto per quanto riguarda la sua permeabilità e la sua componente immunologica.