Un punto di partenza per ritrovare salute e benessere.

I grassi non sono solo quelli di deposito, visibili, che a volte possono creare problemi più o meno importanti. “ Nascosti “ all’interno di ogni cellula del nostro organismo sono presenti altri grassi che svolgono azioni funzionali importanti: sono tra l’altro precursori di potenti ormoni locali, veri e proprio “ vigili “ che controllano le varie vie metaboliche.
Gli Acidi Grassi Essenziali per la nostra salute sono: l’acido linoleico (un acido, 6 omega) contenuto nel germe di grano, negli oli vegetali come quello di cartamo, di soia, di mais e girasole,  e l’acido linolenico (un acido, omega 3).
Gli acidi grassi essenziali omega 3 più importanti sono:

  • l’EPA (acido eicosapentanoico),
  • il DHA (acido docosaesanoico) entrambi contenuti in grande quantità nei pesci dei mari freddi e
  • l’ALA (acido alfa-linolenico) contenuto nelle piante (olio di lino).

Essi sono indispensabili per la produzione di energia, per la formazione delle membrane cellulari, per il trasferimento dell’ossigeno al sangue, per la sintesi dell’emoglobina e per la funzionalità delle prostaglandine.
Le prostaglandine di prima e terza serie sono vasodilatatrici, modulano la coagulazione, abbassano il colesterolo LDL, aumentano il colesterolo HDL e svolgono azione antinfiammatoria. La seconda serie di prostaglandine ha l’effetto opposto.
Il rapporto tra le varie serie di prostaglandine è determinato dalla dieta e può determinare un aumento del rischio di malattia.
L’acido arachinodonico può essere sintetizzato dall’acido linoleico se esso è fornito all’organismo in quantità sufficiente dalla dieta.

Più  importanti funzioni  degli  Omega 3:
Evitano l’accumulo dei grassi più pericolosi, trigliceridi e colesterolo, sulle pareti arteriose
Proteggono il sistema cardiovascolare: il sangue reso più fluido dall’assenza dei grassi “cattivi” circola meglio facendo funzionare bene il cuore ed allontanando il rischio di malattie coronariche (ipertensione, arteriosclerosi e trombosi)
Attenuano le reazioni infiammatorie quali asma ed artrite reumatoide
Aumentano le difese immunitarie e rafforzano le difese della pelle coadiuvanti nella cura della psoriasi e di altre patologie cutanee
Inibiscono i fenomeni infiammatori  (che sono alla base di molteplici patologie invalidanti)
Questi nutrienti sono indispensabili all’organismo e non possono essere sintetizzati all’interno dello stesso.
Sono reperibili in vegetali oleosi ed oli di origine vegetale, pesce ed olio di pesce.

Il Test degli Omega 3 valuta il metabolismo dei grassi essenziali e permette di impostare un corretto regime alimentare che previene numerose malattie in particolare quelle cardiovascolari.
Il test valuta il rapporto tra gli acidi grassi essenziali che deve essere mantenuto ottimale ad ogni età con un corretto regime alimentare.
Il test infatti suggerisce la quantità necessaria di omega 3 da introdurre nella dieta per ottenere dei benefici, in particolare per ridurre valori elevati di trigliceridi, il rischio cardiovascolare, le malattie infiammatorie reumatiche (artrite reumatoide), le malattie allergiche ed anche per facilitare un sano sviluppo del bambino.
Il test eseguito con metodo gas-cromatografico, in particolare dosa il rapporto tra omega 6 (Acido Arachidonico) ed omega 3 (EPA e DHA).
Si ritiene che un’ottimizzazione di questo rapporto porti ad un miglioramento dello stato di benessere psicofisico.

I valori ideali entro i quali dovrebbe essere contenuto il rapporto di questi due acidi grassi (AA/EPA) varia tra 1  e 4.
Questo rapporto è indice di un corretto bilancio nell’organismo degli acidi grassi e degli ormoni che da essi derivano, implicati in molteplici fenomeni fra i quali il più importante è quello infiammatorio.
Questo rapporto è alla base della prevenzione di patologie degenerative e cardiovascolari.

Il giusto equilibrio tra le due famiglie di acidi grassi, omega 6 ed omega 3 è fondamentale per il  mantenimento od il ripristino delle condizioni di buona salute dell’organismo.
Nei bambini autistici il rapporto omega 6/omega 3 risulta più alto rispetto ai bambini sani.
Questo rapporto è da considerarsi come un indice di benessere dell’organismo e risulta essere fondamentale per la prevenzione e la cura di:

  • Patologie cardiovascolari
  • Riducono il livello dei trigliceridi nel sangue
  • Portano alla regressione del processo aterosclerotico
  • Prevengono la trombosi e di conseguenza l’infarto del miocardio
  • Patologie tumorali
  • Processi infiammatori
  • Patologie del sistema nervoso
  • Malattia di Alzheimer
  • Depressione
  • Ridotta capacità cognitiva (es. scarsa memoria)

Omega 3 e Alimenti

I prodotti cerealicoli hanno un contenuto di omega 6 molto alto, al contrario la quantità di omega 3 è molto bassa. Gli omega 3 sono maggiormente presenti nei prodotti di origine ittica, in particolare salmone, sardina, aringa, sgombro e tonno.
Non va comunque sottovalutata la quantità di omega 3 presente nelle carni bovine anche se va ricordato che nelle carni il rapporto omega 6/omega 3 è decisamente a favore dei primi.
Al contrario gli omega 3 sono praticamente assenti negli insaccati, nei formaggi e nei cereali.
Va infine ricordato che il metodo di preparazione (cottura) dei prodotti ittici modifica notevolmente il contenuto degli acidi grassi a sfavore degli omega 3.
Questo è il caso della frittura!