Terapia chelante

La terapia di chelazione   è stata utilizzata come trattamento (orale o endovenoso) per rimuovere i metalli pesanti dal sangue fin dagli anni ’50. La chelazione prevede l’uso di composti specifici per il legame con determinati metalli pesanti, tra cui mercurio, piombo, cadmio e arsenico rimuovendoli infine dal corpo. Questo tipo di terapia implica iniezioni endovenose di un agente chelante, che si lega a metalli pesanti e minerali nel sangue in modo che il corpo possa quindi eliminarli.

Con l’espansione dell’uso di metalli pesanti nei processi di produzione queste sostanze tossiche possono accumularsi nel corpo umano. I metalli pesanti includono atomi dei seguenti elementi: piombo, mercurio, ferro, rame, uranio, cadmio, arsenico, nichel, alluminio, argento e berillio. I metalli pesanti sono estremamente tossici per il corpo e persino a bassi livelli sono in grado di provocare effetti negativi sulle cellule, sugli organi e su molti sistemi fisiologici dell’organismo. Inoltre la combinazione di più metalli può essere alquanto pericolosa per la salute.

Oggi la tossicità da metalli pesanti rappresenta un problema crescente a causa della loro diffusione (es. otturazioni dentarie, oggetti della vita quotidiana, inquinamento, alimenti ed acqua contaminati).  È noto che i metalli pesanti sono difficili da rimuovere dal sistema e la terapia di chelazione può essere un’ottima alternativa per disintossicare il corpo.

In aggiunta la terapia di chelazione ha mostrato risultati promettenti nel migliorare con successo la salute dei pazienti con vari disturbi come la vasculopatia periferica, fibromialgia, fatica cronica, il morbo di Alzheimer, la sclerosi multipla, l’autismo ed altre condizioni croniche e complesse.

I benefici della terapia chelante

L’esperienza clinica ha dimostrato che la terapia di chelazione può essere utilizzata per una serie di condizioni e problemi attraverso i seguenti meccanismi:

  • Riduzione dell’infiammazione combattendo i danni da radicali liberi e rimuovendo i metalli;
  • Rimozione dei metalli pesanti;
  • Prevenzione dell’indurimento delle arterie con conseguente rimozione dell’accumulo di calcio e placca;
  • Promozione di una sana e normale distribuzione dei minerali nutrizionali essenziali (cromo, cobalto, zinco, ecc.) all’interno delle cellule.

Approfondimenti

CHIAMACI ORA!