Category

Benessere Intestinale

Il benessere intestinale è considerato uno dei fattori più importanti per mantenere nel tempo la salute e prevenire le malattie.

Ogni giorno migliaia di microrganismi e di nutrienti entrano in contatto con il nostro sistema digerente, che può essere paragonato ad un sistema multitasking coinvolto in numerose funzioni tra cui la protezione dai patogeni, la regolazione della digestione e dell’assorbimento dei nutrienti, l’interazione con il sistema immunitario e molto altro. In un organismo sano il tratto gastro-intestinale è in grado di soddisfare appieno queste necessità, e per questo occorre prestare la massima attenzione al benessere intestinale.

L’intestino non è un semplice tubo in cui scorrono gli alimenti, ma rappresenta un’unità fisica e funzionale a salvaguardia di tutto l’organismo.

La superficie dell’intestino funge come una vera e propria barriera fisica, che previene l’adesione delle molecole indesiderate e dei microrganismi nocivi. D’altra parte la barriera funzionale è capace di discriminare tra i microrganismi “buoni” e quelli “cattivi”, oltre ad organizzare la risposta immunitaria e sostenere la tolleranza immunitaria nei confronti degli agenti innocui. Vediamo in dettaglio le componenti più importanti:

  • La flora intestinale (o microbiota) è un ecosistema altamente complesso, che include almeno 2000 specie e 1014 batteri (circa 1,5 kg!), insieme ad altri microbi come lieviti e virus. Interagisce con il corpo umano in maniera simbiotica. In condizioni di salute, infatti, il microbiota intestinale svolge un ruolo fondamentale in quanto coinvolto in molte funzioni come la competizione con i patogeni, il metabolismo dei nutrienti e dei farmaci, la regolazione del metabolismo, il mantenimento dell’integrità dell’epitelio intestinale, la modulazione della motilità gastrointestinale, la maturazione del sistema immunitario e la produzione di alcune vitamine e micronutrienti. Rappresenta un sistema dinamico, in cui fattori sia genetici che ambientali contribuiscono alla sua maturazione e stabilità. Tuttavia, l’equilibrio tra il microbiota intestinale e l’ospite può essere infranto da numerosi fattori quali l’invecchiamento, un’alimentazione scorretta, l’utilizzo di farmaci (es. contraccettivi orai, inibitori di pompa gastrica) e da molte malattie. Le alterazioni quantitative o qualitative del microbiota sono note con il termine disbiosi, che a sua volta è associata a numerosi scenari clinici: disturbi digestivi, malattie infiammatorie intestinali, allergie alimentari ed intolleranze, tumori, obesità, diabete, malattie epatiche e sindrome del colon irritabile;
  • L’epitelio intestinale è organizzato come uno strato di 20 μm di cellule diverse, tra cui gli enterociti costituiscono la maggioranza. Questi sono connessi l’un l’altro da speciali giunzioni agendo come una vera e propria barriera fisica ed immunologica. Viceversa laddove vi sia un’alterazione della permeabilità intestinale si assiste al transito delle molecole nocive presenti nell’intestino verso l’interno dell’organismo. Ciò determina una risposta immunitaria con un conseguente aumento dello stato infiammatorio. Questo meccanismo rappresenta di fatto un comune denominatore di molte malattie, non solo gastro-intestinali;
  • Il muco contiene molecole anti-microbiche e gli anticorpi Ig-A. Protegge l’epitelio dagli agenti e dai microrganismi dannosi, oltre ad avere anche proprietà lubrificanti per la motilità intestinale. Probabilmente serve anche come punto di ancoraggio per specifici microbi, che sono essenziali per il mantenimento dell’integrità, dell’equilibrio e della funzionalità intestinale. Quando lo strato di muco è deficitario avviene una più facile compromissione dell’epitelio intestinale da parte dei microbi patogeni aumentando il rischio di permeabilità intestinale;
  • Il sistema immunitario intestinale è formato da un network ramificato di globuli bianchi, che prende il nome tecnico di Tessuto linfoide associato all’intestino (o GALT). Contiene fino al 70% delle cellule immunitarie di tutto l’organismo e di fatto rappresenta una barriera funzionale che ci protegge dai danni esterni. Le sue funzioni riguardano l’interazione con le molecole ambientali presenti nell’intestino e la direzione delle reazioni immunitarie verso i microrganismi patogeni, tollerando invece la sopravvivenza di quelli benefici.

Ottieni la salute intestinale con la prevenzione!

Salute intestinalePuoi ottenere la salute intestinale ed anche il benessere del tuo intestino con la giusta prevenzione, e agendo con uno stile di vita adeguato ed equilibrato.

Abbiamo visto che il tratto gastrointestinale è molto di più di una semplice struttura anatomica, bensì rappresenta un’unità funzionale che svolge un ruolo chiave nel mantenimento dell’equilibrio e del benessere intestinale. La distruzione dell’integrità e della funzionalità intestinale può condurre a disbiosi ed a infiammazione incrementando di conseguenza il rischio di sviluppare malattie gastro-intestinali ed extra-intestinali. Pertanto è opportuno riportare l’attenzione all’intestino come sede principale di molte malattie contemporanee. Perché secondo il Centro di Medicina Biologica Benessere intestinale vuol dire salute e prevenzione.

Puoi trovare molti articoli di approfondimento sul tema, come ad esempio sulla gastrite, sul colon irritabile e sul morbo di Crohn.

CHIAMACI ORA!