Gastrite

La gastrite è una patologia dello stomaco, in cui la superficie interna di quest’organo viene danneggiata a causa di processi infiammatori. Può determinare una profonda alterazione della struttura e della funzionalità gastrica, oltre ad essere un importante fattore di rischio per la salute dell’organismo (e non solo dello stomaco). In questo articolo del Centro di Medicina Biologica approfondiremo di che cosa si tratta ed il nostro approccio terapeutico per risolverlo definitivamente.

Buon proseguimento di lettura!

Stomaco: molto di più della digestione

Lo stomaco è un organo dalla forma allungata e simile ad una bisaccia e che si trova appena al di sotto del diaframma. È suddivisibile dall’alto verso il basso in tre regioni principali: il fondo, il corpo centrale ed il piloro. Nella parte superiore il cardias è lo sfintere che controlla l’apertura dell’esofago nello stomaco, mentre lo sfintere pilorico sfocia nella prima parte dell’intestino, il duodeno.

Lo stomaco è rivestito da un sottile epitelio, che assume un aspetto rugoso ed in cui sono variamente distribuite le cellule che secernono muco, quelle che secernono gli enzimi presenti nel succo gastrico, le cellule in grado di rilasciare l’acido cloridrico e persino ghiandole endocrine secernenti alcuni ormoni. È ben noto che lo stomaco interviene attivamente nella digestione sia secernendo il succo gastrico che mischiandolo con le particelle di cibo. In particolare lo stomaco può anche immagazzinare il cibo finché non venga parzialmente digerito e non venga spostato lungo il tratto gastrointestinale. Ma non finisce qui, perché lo stomaco è anche in grado di:

  • Influenzare l’assorbimento della vitamina B12;
  • Produrre l’ormone grelina e gastrina;
  • Assorbire limitatamente alcuni nutrienti e principi attivi;
  • Proteggere l’organismo distruggendo i patogeni introdotti con gli alimenti o con il muco dalle vie respiratorie.

Che cos’è la gastrite?

Per definizione la gastrite è un’infiammazione della mucosa gastrica e dalla natura acuta o cronicizzata. Nel primo caso la gastrite ha un esordio rapido ed è caratterizzata dall’erosione di alcune zone superficiali e da ulcerazioni rossastre. In tali casi spesso si hanno difficoltà digestive, vomito, rigurgiti acidi, nausea ed i sintomi non perdurano a lungo. D’altra parte la gastrite cronica è una malattia dello stomaco molto più frequente e causa di atrofia della mucosa, oltre ad essere un fattore di rischio per il tumore allo stomaco.

La gastrite cronica è uno dei più comuni e seri problemi di salute al mondo e si stima che centinaia di milioni di persone al mondo ne soffrano in un modo più o meno grave. Si caratterizza per la presenza di un’infiammazione progressiva e di lunga durata dello stomaco, che con il passare degli anni o decadi provoca atrofia gastrica con la conseguente perdita di integrità dello stomaco. Si stima che, se non curata adeguatamente, la gastrite cronica sfoci in atrofia gastrica nel 50% dei casi.

Diagnosi

La diagnosi di gastrite deve essere effettuata da uno specialista sulla base dell’anamnesi, dell’esame obiettivo e degli esami diagnostici di riferimento. In particolare il quadro può essere valutato tramite il test per H. pylori, un esame di endoscopia e conferma tramite biopsia.

Sintomi della gastrite

I sintomi chiave della gastrite cronica sono i seguenti:

  • Senso di pesantezza dopo i pasti;
  • Bruciori;
  • Rigurgiti e reflussi acidi;
  • Digestione lunga e difficoltosa;
  • Gonfiore addominale;
  • Possibile inappetenza.

Le conseguenze

Lo stato infiammatorio attivo e persistente non è innocuo, bensì interferisce con l’integrità, la funzionalità e la capacità di rigenerazione dello stomaco. Nelle fasi iniziali queste alterazioni sono spesso reversibili se affrontate in modo adeguato tramite cure specifiche, ma tendono ad accumularsi nel tempo, soprattutto in caso di atrofia avanzata, metaplasia o lesioni precancerose. Inoltre, la digestione e l’assorbimento di vari nutrienti o farmaci possono essere altamente compromessi, oltre al fatto che uno stomaco poco acido viene facilmente colonizzato da parte di microrganismi appartenenti al microbiota orale o intestinale.

Ulcera peptica

La gastrite cronica può essere la responsabile di ulcera peptica, soprattutto quando è di origine infettiva. Per definizione l’ulcera peptica è provocata dal danno al rivestimento dello stomaco oppure, più frequentemente, del primo intestino da parte delle secrezioni gastriche acide. L’ulcera peptica prende avvio dalle stesse aree danneggiate dalla gastrite e può portare alla comparsa di emorragie, restringimento del piloro, penetrazione nei tessuti sottostanti, dolori dorsali e peritonite. In particolare l’ulcera peptica si manifesta quando i meccanismi di protezione della mucosa gastrica vengono meno di fronte all’effetto dell’acido gastrico e tra i fattori di rischio ci sono: incontinenza del piloro, infezioni, uso di alcuni farmaci anti-infiammatori, il fumo e la gastrite cronica.

Cause e Helicobacter pylori

Il ruolo del batterio Helicobacter pylori fu avanzato dal 1982 e tuttora è ben chiaro che questo microrganismo è la causa principale (ma non la sola) dei casi gastrite, ad esclusione di quella di natura autoimmune. Tanto più il ceppo di H. pylori è aggressivo e danneggia le cellule dello stomaco tanto più la gastrite peggiora rapidamente.

La gastrite provocata da Helicobacter pylori è la forma più frequente e può colpire qualsiasi persona ed a qualsiasi età. In questi casi il batterio Helicobacter colonizza massicciamente la superficie dello stomaco determinando un danno all’epitelio e scatenando una reazione infiammatoria. Inoltre, Helicobacter pylori è implicato anche nello sviluppo dell’infiammazione e delle ulcerazioni a livello del duodeno (ulcera duodenale).

H. pylori è per lo più acquisito in età infantile, durante la quale può provocare infiammazioni superficiali ed asintomatiche. I sintomi, invece, tendono a comparire molti anni dopo e soprattutto in presenza di lesioni estese.

Gastrite autoimmune e reattiva

La gastrite cronica autoimmune è caratterizzata da una risposta anomala da parte del sistema immunitario, il quale si rivolge contro lo stesso organismo. In tal caso si assiste alla produzione di auto-anticorpi contro le cellule dello stomaco o contro il fattore intrinseco da esse rilasciato. Tutto ciò non fa che danneggiare la mucosa gastrica portando ad una sostanziale riduzione della produzione di acido cloridrico e difetti di assorbimento della vitamina B12. In aggiunta un quadro di anemia è spesso frequente, oltre all’associazione con altre malattie autoimmuni come le tiroiditi, il diabete di tipo 1 e la vitiligine.

Esiste anche una gastrite reattiva o da reflusso, che avviene quando il succo biliare refluisce indietro dal duodeno nella parte inferiore dello stomaco. Può comparire in seguito ad operazioni chirurgiche nell’area del piloro o dopo somministrazioni prolungate di anti-infiammatori non steroidei.

Cembio per la cura della gastrite

Il Centro di Medicina Biologica si occupa della gastrite tramite test e terapie personalizzate sulla base dello stato di salute complessivo (e non solo dello stomaco) e degli esami di approfondimento diagnostico. In particolare le nostre cure si focalizzano sul ripristino di una corretta funzionalità ed integrità della mucosa gastrica, la quale risulta sotto attacco da parte di agenti infettivi o processi infiammatori, talvolta di natura autoimmune. Le nostre terapie non si limitano solo all’eliminazione drastica degli agenti patogeni, bensì intervengono a beneficio dello stomaco tramite l’azione sul pH, sulla protezione della mucosa, sul rilascio enzimatico e sull’equilibrio del microbiota (orale, gastrico ed intestinale). Inoltre, riteniamo importante sottolineare l’importanza dello stile di vita ed affianchiamo alle nostre terapie anche la cura delle abitudini salutari ed un’alimentazione corretta ed adeguata alla singola persona (e non standard per tutti). Senza tralasciare la necessità di affrontare alla base eventuali processi autoimmuni, i quali al giorno d’oggi coinvolgono sempre più frequentemente lo stomaco ed il suo benessere.

Prendi il controllo della Tua salute!

Se soffri di gastrite persistente noi possiamo aiutarTi tramite analisi e cure specifiche per Te!

La nostra segreteria è lieta di darti ulteriori informazioni e disponibile a fissare un appuntamento.

Prendi il controllo della tua salute!

Contatta la segreteria del Centro di Medicina Biologica per informazioni e appuntamenti.

    Nome e Cognome

    Indirizzo e-mail

    Telefono

    Inserire richiesta

    Ricordiamo che inviando la richiesta, si autorizza Centro di Medicina Biologica S.r.l. al trattamento dei vostri dati personali. | Infomativa