La salute ed il benessere dell’individuo dipendono in larga misura dall’equilibrio dell’ecosistema intestinale. Le funzioni che l’intestino svolge sono stupefacenti: da un lato infatti è un organo di assorbimento dei nutrienti, ma dall’altro costituisce una barriera fisica e immunitaria al passaggio di tossine, microrganismi, cibi indigeriti e proteine allergizzanti.

Il carico tossico intestinale è tenuto in parte sotto controllo da una flora batterica simbiotica “buona” che qui risiede, contrastando la proliferazione di batteri nocivi, miceti, virus, parassiti ed esplicando numerose altre attività essenziali, tra cui la sintesi di alcune vitamine e la neutralizzazione di diverse sostanze cancerogene.

Attraverso l’intestino vengono assorbiti non solo i nutrienti principali, ma anche vitamine e minerali necessari agli enzimi, i responsabili di tutte le reazioni biochimiche che avvengono nell’organismo. Se l’efficienza intestinale non è perfetta, l’assimilazione di questi micronutrienti diventa problematica e gli enzimi non riescono a svolgere le loro funzioni. In tal caso, anche se la nostra alimentazione è sana, non riusciamo a ricavare dal cibo quel che ci serve per stare bene.

Inoltre la mucosa intestinale, in alcune circostanze, può non essere del tutto impermeabile alle tossine, che riescono così a penetrare nel circolo ematico e da qui a diffondersi in ogni parte del corpo, producendo un ampio ventaglio di conseguenze negative.

Può quindi verificarsi una situazione paradossale, per la quale le tossine intestinali e i prodotti di scarto vengono assorbiti, mentre le sostanze utili non sono assimilate a sufficienza, condizione che ci predispone a disordini immunitari, malattie acute e processi cronici e degenerativi.

La disbiosi è una delle principali cause di tossicità. Danneggia direttamente le cellule intestinali, provoca alterazioni del transito con putrefazione, fermentazione, produzione di alcol e gonfiore, altera la risposta immunitaria e genera metaboliti tossici che possono essere assorbiti dal corpo.

Alcuni metaboliti batterici provocano inoltre problemi neurologici, poiché mimano l’attività di certi neurotrasmettitori (le molecole mediante le quali funziona il sistema nervoso), provocando alterazioni del comportamento, ansia e depressione.

La disbiosi crea quindi alterazioni a catena e a tutti i livelli, che ci rendono assai vulnerabili.

Il problema della tossicità si aggrava se è accompagnato da lesioni della sottilissima barriera rappresentata dalla mucosa intestinale. Quando compare un’eccessiva porosità della mucosa, il passaggio dall’intestino al resto dell’organismo di sostanze che normalmente non penetrano aumenta in maniera drammatica. In tal caso, oltre a una maggior quantità di tossine, entrano nel corpo anche batteri e allergeni alimentari, che in primo luogo determinano un ulteriore sovraccarico epatico e una modificazione della risposta immunitaria.

Alcuni sintomi della disbiosi sono

• Eccesso di gas con gonfiore e flatulenza
• Ritardo del transito fecale, con spasmi addominali (coliti)
• Eccessivo assorbimento di acqua, con conseguente stitichezza
• Diminuito assorbimento di acqua e sali con diarrea

Per il BENESSERE INTESTINALE Centro di Medicina Biologica PROPONE:

TEST VALUTAZIONE FLORA INTESTINALE 

TEST DISBIOSI dosaggio degli indoli e scatoli su urine

TEST CALPROTECTINA  fecale : marcatore di infiammazione intestinale.

TEST DI PERMEABILITÀ INTESTINALE mediante due tipi di dosaggi: 

1. Si mettono a confronto una sostanza che è assorbita per via transcellulare, nella fattispecie il mannitolo, un disaccaride che viene poi escreto per via renale ed una sostanza, il lattulosio, che in condizioni di integrità della mucosa intestinale non passa tale barriera. Queste sostanze vengono misurate nell’urina e più si rileva la presenza, più c’è un danno alla barriera intestinale: Intestino Permeabile (Leaky Gut Syndrome).

  1. La ZONULINA è una proteina che regola la permeabilità dell’intestino. Gli anticorpi contro la zonulina indicano che la normale regolazione delle giunture è compromessa.

RICERCA MICETI INTESTINALI 

IDROCOLON TERAPIA , lavaggio intestinale

INSUFFLAZIONE RETTALE CON OSSIGENO-OZONO 

AROMATOGRAMMA: è un esame effettuato in laboratorio per valutare la sensibilità di una specie batterica verso un determinato olio essenziale.In questo modo è possibile confrontare i poteri battericidi di diversi tipi di oli essenziali nei confronti di una determinata specie batterica, così da stabilire quale di essi possa essere il più efficace a debellare l’infezione operata da quel dato microrganismo.

DISTURBI E PATOLOGIE CORRELABILI:

• Gastrointestinali: dolore addominale, diarrea e dolore, stipsi, alternanza di stipsi e diarrea, irritabilità intestinale, muco fecale, gonfiore e tensione addominale
• Tensione pre-mestruale, dismenorrea, vaginiti, candidosi, cistiti
• Astenia, alitosi, cefalea, disturbi del sonno, allergie ed intolleranze alimentari
• Dermatiti
• Disturbi neurologici