Dietro ogni malattia non c’è solo l’aspetto prettamente biologico, ma, soprattutto, c’è una persona, che porta con sé il proprio bagaglio di pensieri, emozioni e legami relazionali. Le caratteristiche delle malattie oncologiche richiedono di adottare una visione più completa della persona e ciò può essere ottenuto attraverso l’aiuto prezioso della Psico-oncologia. Questa è una disciplina professionale che si concentra sugli aspetti psicosociali e comportamentali delle malattie oncologiche come parte di un approccio globale per la cura dei pazienti e delle loro famiglie. L’intervento è orientato alla promozione del benessere emotivo in un’ottica bio-psico-sociale, dove la persona viene presa in carico per le componenti psicologiche ed emotive ad insorgenza reattiva ed è indagato in maniera sempre più ampia l’impatto stressante e/o traumatico della diagnosi e dei trattamenti. La cura di sostegno è adeguata in base a tutte le fasi della malattia, perché ogni paziente vive e affronta le diverse fasi della malattia in modo soggettivo e unico. L’atteggiamento e lo stile di coping utilizzato andranno ad influenzare non solo la qualità di vita successiva alla diagnosi, ma anche la compliance ai trattamenti medici e il decorso biologico della malattia (Putton et al, 2011).

In che cosa consiste il consulto con lo psico-oncologo?

La consulenza con lo psico-oncologo è rivolta alle persone che vivono una sensazione di disagio emotivo ed è un aiuto per accettare e comprendere le normali reazioni da stress. Durante il colloquio il paziente è aiutato nella gestione delle difficoltà emotive e nel processo di recupero delle risorse per fare fronte alla malattia in maniera dinamica e positiva. La consulenza, inoltre, prende in considerazioni aspetti quali la personalità del paziente, le esperienze passate, le relazioni interpersonali presenti e passate così come la presenza di un contesto sociale e familiare supportivo. Si aggiunga che lo psico-oncologo può essere di supporto alla coppia e ai famigliari. E’ noto, infatti, che lo stress ed i cambiamenti corporei causati dalle terapie chirurgiche e oncologiche a volte modificano radicalmente la relazione con il partner, la comunicazione emotiva e la sessualità. Per questi motivi la consulenza sessuologica è una relazione di aiuto rivolta al singolo o alla coppia ed ha come obiettivo offrire un supporto per comprendere le difficoltà nelle loro componenti fisica, psicologica e relazionale e per trovare una soluzione che possa diminuire il disagio.

Per informazioni rivolgersi al Centro di Medicina Biologica.