La Valutazione NeuroPsicologica come strumento diagnostico

La valutazione neuropsicologica è un metodo diagnostico utilizzato per la misurazione del funzionamento cognitivo di un individuo affetto da un danno neurologico (Es: ictus cerebrale, trauma cranico, malattia di Alzheimer). Dato che i processi cognitivi sono associati al funzionamento di strutture cerebrali specifiche un loro danneggiamento può causare deficit a livello delle funzioni cognitive con successive ripercussioni a livello psicologico, affettivo e comportamentale.

La valutazione neuropsicologica usufruisce di un insieme di strumenti che servono alla raccolta, sintesi ed interpretazioni dei dati relativi allo stato cognitivo del paziente. Più precisamente gli obiettivi di questa procedura sono i seguenti:

  • Descrivere le funzioni cognitive dell’individuo per quanto riguarda la specificità e la gravità della disabilità (Es: attenzione, ragionamento, memoria, linguaggio, percezione, abilità visuali-spaziali)
  • Contribuire alla fase diagnostica di alcune malattie neurologiche (Es: demenza in fase iniziale) e dare indicazioni in merito alla prognosi
  • Definire il grado di cure ed assistenza necessarie al paziente per svolgere le normali attività quotidiane
  • Valutare un intervento riabilitativo in base alle funzioni cognitive residue e quelle compromesse
  • Monitorare il decorso di alcune patologie (Es: demenza, malattia di Parkinson)
  • Analizzare gli esiti di un intervento neuropsicologico oppure farmacologico

La valutazione neuropsicologica, svolta all’interno di un ambiente adeguato e tranquillo, è costituita dall’analisi della domanda, anamnesi neuropsicologica, colloquio con il paziente e/o la famiglia e somministrazione di test neuropsicologici. Questi ultimi consentono di quantificare le prestazioni cognitive sia generali che specifiche del paziente in base a valori di riferimento standardizzati. In aggiunta questa metodica permette di effettuare confronti tra diversi pazienti oppure tra risultati di uno stesso individuo ottenuti nel corso del tempo. Infine una relazione diagnostica è elaborata dallo specialista.

Presso il Centro di Medicina Biologica è possibile prenotare una visita per effettuare la valutazione neuropsicologica.

( a cura del dott. Gianluca Tiri)