I mitocondri hanno attirato una notevole attenzione negli ultimi decenni, non solo dal punto di vista della scienza teorica ma anche di quella medica. La biologia dei mitocondri sta assumendo una rilevanza sempre crescente in medicina, in quanto si sta scoprendo che molti processi alla base delle malattie di fatto combaciano con ciò che succede nei mitocondri.

Che cosa sono i mitocondri

I mitocondri contengono un proprio DNA e numerose proteine, in particolare gli enzimi responsabili della respirazione cellulare. Attraverso questo meccanismo i mitocondri sono in grado di sintetizzare la molecola di ATP, che rappresenta il carburante principale di tutte le reazioni cellulari. Inoltre le è stato osservato che varianti comuni a livello del DNA mitocondriale influenzano la longevità, la performance sportiva, l’adattamento alle alte altitudini, le malattie metaboliche, mentali e neurodegenerative.

I mitocondri sono le centrali energetiche delle cellule. Ma non solo. Oltre alla produzione energetica questi organelli producono segnali che modulano i processi cellulari stessi nonché l’espressione genetica. Ciò avviene grazie agli effetti dei radicali liberi e dei metaboliti provenienti proprio dai mitocondri. La forza di questi organelli risiede anche nel fatto che sono organelli altamente dinamici fondendosi, separandosi tra loro e cambiando forma nell’arco di pochi minuti. Senza tralasciare che la cellula dispone anche di un meccanismo per eliminare i mitocondri più vecchi o malfunzionanti.

I mitocondri nel corso degli ultimi 1.5 miliardi di anni sono stati fondamentali per l’evoluzione della vita sulla Terra. Da allora l’evoluzione ha fatto sì che i mitocondri siano intimamente collegati a numerose funzioni basilari della cellula e dell’intero organismo.

Funzionamento mitocondriale e salute

I mitocondri sono coinvolti in processi metabolici essenziali per la nostra vita e sono capaci di indirizzare i nutrienti verso altri destini come per esempio la formazione di ormoni o di basi del DNA. Questi piccoli organelli modulano la risposta dell’organismo di fronte ad un aumento del fabbisogno energetico come avviene per esempio in caso di sport, stress psicofisico e nel corso delle malattie croniche. Possiamo dire che i mitocondri contribuiscono attivamente all’adattamento dell’organismo di fronte agli agenti stressanti o di disturbo.

Diversi fattori di origine mitocondriale sono alla base di molti disturbi cronici o legati all’invecchiamento. In particolare secondo le ultime evidenze le disfunzioni della forma e della funzionalità mitocondriali sono associate a disturbi dello spettro autistico, alle malattie metaboliche, cardiovascolari, renali ed alle malattie neurologiche (es. Alzheimer e Parkinson). Ma non finisce qui, perché il ruolo dei mitocondri nell’immunità li rende importanti anche per contrastare le malattie autoimmuni.

I mitocondri fanno da interfaccia tra le basi della vita, cioè le cellule, e l’ambiente.

I mitocondri rispondono a molti fattori di natura genetica, metabolica, neuronali e ormonali ed a loro volta generano segnali che influenzano i processi cellulari e lo sviluppo di malattie. Il blocco in specifici enzimi mitocondriali causa l’accumulo di intermedi metabolici, che a loro volta possono provocare effetti sul funzionamento cellulare e fisiologico ponendo le fondamenta per la manifestazione dei sintomi. A loro volta i mitocondri sono particolarmente sensibili ad uno stile di vita scorretto, un’alimentazione poco equilibrata ed all’esposizione ad agenti tossici o inquinanti. Tutto ciò può portare alla comparsa di tossicità, stress ossidativo e frammentazione a livello mitocondriale.

Qualche decennio fa la scoperta inattesa di alcune varianti e mutazioni a livello del DNA mitocondriale fece scalpore nel mondo scientifico. Da allora il progresso nelle conoscenze ha consentito di dimostrare che, accanto ad alcune rare mutazioni causa di rare malattie congenite, la presenza di mitocondri malfunzionanti, deteriorati o inefficienti riguarda un’ampia percentuale di persone con vari disturbi e patologie come per esempio nel caso del diabete, malattie cardiache, tumorali e neurodegenerative.

Il Centro di Medicina Biologica per la cura e la prevenzione

Il nostro approccio terapeutico è di promuovere la funzionalità mitocondriale laddove carente o alterata. Da qui nasce il nostro focus nel considerare gli aspetti energetici della cellula, o meglio bio-energetici. Per far tutto ciò ci avvaliamo di test innovativi, che si concentrano sull’effettivo stato di salute e funzionamento dei mitocondri al fine di valutare eventuali disfunzioni, che possono essere alla base o aggravare il problema di salute. Perché per ritrovare la strada della salute è necessario ripartire proprio da ciò che è più indispensabile al nostro organismo: la salute cellulare.

Scopri le nostre attività e terapie.

Contatta la nostra segreteria per maggiori informazioni o appuntamenti.

Bibliografia essenziale:

  • Koch RE, Josefson CC, Hill GE. Mitochondrial function, ornamentation, and immunocompetence. Biol Rev Camb Philos Soc. 2017;92(3):1459–1474;
  • Ruegsegger GN, et al. Altered mitochondrial function in insulin-deficient and insulin-resistant states. J Clin Invest. 2018;128(9):3671–3681;
  • Tilokani L, et al. Mitochondrial dynamics: overview of molecular mechanisms. Essays Biochem. 2018;62(3):341–360. Published 2018 Jul 20;
  • Meyer JN, Leuthner TC, Luz AL. Mitochondrial fusion, fission, and mitochondrial toxicity. Toxicology. 2017;391:42–53;
  • Rahman J, Rahman S. Mitochondrial medicine in the omics era. Lancet. 2018;391(10139):2560–2574.
Apri chat
Hai bisogno di risposte?
Ciao,
come possiamo aiutarti?