L’ozonoterapia, o meglio ossigeno-ozonoterapia, esercita un’azione benefica a livello del sistema immunitario e lo rafforza agendo su diversi meccanismi. Vediamo di che cosa si tratta in questo articolo del Centro di Medicina Biologica.

Ozono: che cos’è?

L’ozono è una molecola gassosa fatta da tre atomi di ossigeno (O3), che fu scoperta nella prima metà del XIX secolo come naturale componente dell’atmosfera terrestre. Da allora le ricerche su questo gas ne hanno risaltato gli effetti benefici anche nel campo della salute per quanto riguarda un ampio numero di disturbi e di malattie. L’ozono, infatti, è in grado di interagire con le altre bio-molecole del corpo e con eventuali agenti patogeni qui presenti.

Come si somministra l’ossigeno-ozonoterapia

L’ossigeno-ozonoterapia si chiama così perché la terapia combina una miscela di ossigeno ed ozono seconda una concentrazione specifica. Questo trattamento può essere somministrato in diversi modi sulla base degli obiettivi di salute e delle condizioni della persona. L’ossigeno-ozonoterapia può essere effettuata in forma di insufflazioni di ozono come per esempio a livello rettale o vaginale, oppure attraverso vie endovenose come nel caso della grande auto-emoterapia (GAE), che prevede l’ozonizzazione del sangue. Il trattamento opportuno deve essere valutato da uno specialista a seconda dello stato di salute.

L’ossigeno-ozonoterapia al giorno d’oggi è applicata per le malattie cardiovascolari, metaboliche, vascolari, neurologiche, gastrointestinali, genitourinarie ed in caso di dolori cronici. Gli studi effettuati sull’ozonoterapia evidenziano che questo gas agisce sulle cellule e sull’intero organismo attraverso molteplici meccanismi e processi. Andiamo alla scoperta di quelli principali.

Azione anti-ossidante

Una volta immesso nel corpo l’ozono provoca a cascata il rilascio di sostanze bio-attive nell’organismo. In particolare si assiste all’induzione dei meccanismi antiossidanti del corpo, che aumentano di concentrazione nell’organismo in seguito al trattamento. Come avviene per esempio per quanto riguarda gli enzimi ad azione antiossidante Superossido dismutasi (SOD), Catalasi e Glutatione perossidasi.

Le evidenze scientifiche mostrano che l’ozonoterapia è efficace nel riequilibrare le condizioni di stress ossidativo, che si verificano ogniqualvolta c’è uno sbilanciamento tra l’accumulo di radicali liberi e la barriera antiossidante. Questa situazione è molto comune nella popolazione ed avviene in conseguenza di uno stile di vita scorretto, alimentazione non equilibrata, uso eccessivo di alcool, esposizione alle tossine ambientali e l’utilizzo di alcuni farmaci. D’altra parte l’ozono riduce il danno causato dall’ossidazione delle molecole.

Azione contro infezioni da virus, batteri e funghi

L’ozono ha dimostrato di avere proprietà antisettiche, anti-battericide, anti-fungine e anti-virali. In particolare questo gas riesce ad ossidare e disintegrare membrana esterna dei batteri e dei funghi, oltre ad infiltrarsi al loro interno provocandone blocchi metabolici. Tutto ciò inibisce la crescita e scatena la morte degli agenti patogeni. Anche per quanto riguarda i virus avviene un’interruzione delle capacità di moltiplicazione virale dentro le cellule.

Attivazione del sistema immunitario

Il sistema immunitario è un meccanismo di difesa molto complesso, che ha la funzione principale di difendere il corpo dai patogeni, cioè dai microrganismi come batteri, virus o parassiti portatori di malattie. Se questo sistema non funziona bene aumenta il grado di vulnerabilità dell’intero organismo nei confronti delle esposizioni agli agenti patogeni portando ad infezioni croniche o recidivanti nel corso del tempo.

L’ozono ha dimostrato di provocare effetti protettivi a livello cellulare.

I processi messi in moto dall’ozono dentro le cellule provocano la regolazione di numerose risposte immunitarie. Si riscontra un aumento delle capacità di risposta del sistema immunitario e la modulazione di speciali molecole immunologiche tra cui le citochine (es. interleuchina 6). In seguito al trattamento gli effetti coinvolgono le cellule immunitarie come macrofagi, linfociti ed avviene un’attivazione delle difese immunitarie. Inoltre l’immissione di ozono provoca una riduzione e prevenzione delle reazioni pro-infiammatorie come per esempio in presenza di agenti patogeni (es. batteri, virus) o fattori promotori di infiammazione.

In conclusione l’ozonoterapia interviene su numerosi fronti e mostra proprietà anti-ossidanti, anti-infiammatorie, contrasta le infezioni da patogeni e modula diversi sistemi biologici come quello vascolare ed immunitario. Per questi motivi l’ossigeno-ozonoterapia è integrata nei percorsi terapeutici del Centro di Medicina Biologica.

Scopri di più contattando la nostra segreteria per informazioni ed appuntamenti.

Apri chat
Hai bisogno di risposte?
Ciao,
come possiamo aiutarti?