Sconfiggere il dolore alla schiena con l’ossigeno-ozono

Il dolore nella zona lombare della schiena rappresenta un disturbo molto diffuso nella popolazione con notevoli ripercussioni a livello clinico, sociale, economico e sanitario. E’ stato stimato che circa il 70% delle persone adulte ne soffre in qualche periodo della propria vita e con gradi differenti di intensità, a volte accompagnata da sintomi sciatici. Ad ogni modo nella maggior parte dei casi la diagnostica per immagini non è risolutiva in merito alla causa del dolore, il quale è spesso attribuito a strappi muscolari o danneggiamenti tendinei (65-70%). Si aggiunga, tuttavia, che nel 5-15% dei pazienti il dolore può essere dovuto a malattie degenerative a livello delle articolazioni e dei dischi intervertebrali. Accanto ai tradizionali trattamenti farmacologici e riabilitativi la terapia del dolore può trarre giovamento anche dall’utilizzo dell’ossigeno-ozono.

L’ossigeno-ozono terapia sfrutta le proprietà analgesiche, anti-infiammatorie, ossidanti ed antimicrobiche dell’ozono, un gas costituito da tre atomi di ossigeno (O3). Questa metodica medica è in grado di apportare benefici in caso di dolore alla bassa schiena attraverso l’utilizzo di infiltrazioni percutanee a concentrazioni specifiche di ozono. In particolare la terapia a base di ossigeno-ozono per l’ernia del disco lombare è considerata una procedura sicura, senza rischi e con rari effetti collaterali. A proposito di questa malattia è noto che un’ernia di maggiori dimensioni non provoca necessariamente un maggior numero di sintomi rispetto ad una più piccola, i quali non sono scatenati solamente dalla compressione meccanica, ma anche dall’intervento di fattori biochimici che, a loro volta, possono svolgere un ruolo importante nella risposta immunitaria e nella sensibilizzazione dei nervi e dei gangli. Si ritiene che l’ozono, essendo una molecola fortemente ossidante e reattiva, ossidi i proteoglicani del nucleo polposo all’interno del disco intervertebrale determinando una riduzione del volume del disco e conseguentemente del dolore percepito. Questa metodica può essere pertanto considerata un valido strumento per il trattamento del dolore alla bassa schiena causato all’ernia del disco, specialmente nelle forme non responsive alle terapie di mantenimento ed in alternativa alla chirurgia. In aggiunta la terapia a base di ossigeno-ozono può comportare sollievo dal dolore non solo per quanto riguarda le malattie del disco (L3-S1), ma anche in caso di stenosi, fibrosi post-operatoria, protrusione discale con instabilità vertebrale, artrosi, ernia calcificata ed osteocondrosi intervertebrale.

Presso il Centro di Medicina Biologica è possibile effettuare trattamenti di ossigeno-ozono terapia all’interno di percorso terapeutico personalizzato.