Gli oligoelementi sono alcuni minerali specifici che devono mantenersi costanti affinchè le vitamine e gli enzimi funzionino a dovere. Questo significa che possiamo prendere vitamine inutilmente, se nel nostro corpo c’è una carenza di oligoelementi.

Di questo si occupa la Medicina Ortomolecolare. Perchè sorgono queste carenze? Perchè noi non abbiamo introdotto nella nostra dieta la quantità necessaria di verdure verdi (coste, bietole, cicoria, broccoli, etc) e quando lo facciamo, quando si cucinano, si perdono molti dei loro nutrienti.
Quali sono questi oligoelementi? Magnesio, manganese, cromo, selenio, zinco, vanadio, calcio, etc., sono responsabili del buon funzionamento di ogni metabolismo (lipideo, osseo, etc.).
Per esempio, per osteoporosi molte volte si prescrive soltanto calcio, ma, oltre a questo, occorrono silicio, vanadio e magnesio che sono in relazione col metabolismo delle ossa.
In caso di sovrappeso, solitamente esiste un deficit di cromo, vanadio e zinco, però solo lo specialista è in grado di quantificare le dosi necessarie. In caso di invecchiamento precoce possono esserci carenze di germanio, selenio e rame, mentre nelle depressioni occorre litio e nelle palpitazioni solitamente sussiste un deficit di magnesio.

Qualsiasi malattia può essere trattata con la Medicina Ortomolecolare, posto che questa normalizza tutte le funzioni riparano i deficit che ri presentano in ogni metabolismo, indicando l’alimentazione corretta e facendo compiere il detto di Ippocrate: “Che i tuoi alimenti siano la tua medicina”.

APPLICAZIONI DELLA MEDICINA ORTOMOLECOLARE

  • Obesità, cellulite
  • Demineralizzazione (osteoporosi)
  • Invecchiamento precoce (macchie, perdita di capelli, etc.)
  • Depressione
  • Diabete
  • Fatica cronica
  • Candida
  • Fibromialgia
  • Menopausa
  • Autismo
  • Rettocolite ulcerosa
  • Problemi circolatori
  • Problemi epatici
  • Problemi immunologici (mononucleosi, artite, stati di convalescenza)
  • Allergie
  • Cancro