La sindrome o il fenomeno di Raynaud è un disturbo caratterizzato da una vasocostrizione anomala a livello delle dita (ma non solo) in seguito alle basse temperature o stress emotivo. Questo disturbo provoca temporaneamente la comparsa di dita pallide o cianotiche, insieme a sensazioni di intorpidimento e di dolore periferico. La sindrome di Raynaud ha alle spalle fattori molteplici, ma esistono collegamenti con lo stato ormonale?

La risposta è sì. Vediamo il perché in questo articolo del Cembio.

Vasocostrizione e Raynaud

In risposta a basse temperature l’organismo è in grado di adattarsi riducendo l’apporto di sangue alla pelle al fine di ridurre la perdita di temperatura corporea. Ciò avviene tramite la vasocostrizione, cioè un restringimento del diametro dei vasi sanguigni in seguito a vari fattori ambientali ed interni. Rappresenta perciò un processo naturale e fisiologico, che redistribuisce il sangue dalla superficie agli organi interni per non disperdere troppa energia termica.

Quando la costrizione in seguito al freddo è esagerata porta alla comparsa del fenomeno di Raynaud, che fu descritto per la prima volta da Maurice Raynaud nella seconda metà del XIX secolo. Pertanto si tratta di una vasocostrizione anomala dei vasi arteriosi delle dita con la comparsa di cambiamenti nel colore delle dita, oltre a possibili gonfiori ed ulcerazioni. In realtà potrebbero essere coinvolti anche altre zone oltre alle dita lunghe tra cui il naso, i pollici ed i capezzoli.

La sindrome di Raynaud è un disturbo vascolare della regolazione termica.

Il fenomeno di Raynaud è un disturbo multifattoriale, in cui partecipano processi vascolari, neurologici ed ormonali. Può essere idiopatico, cioè senza una causa diagnostica definita, oppure secondaria ad altre condizioni cliniche come per esempio la sclerodermia, la fibromialgia, alcune malattie autoimmuni (es. Sjogren) o tumorali, così come a causa del tabagismo o dell’abuso di alcuni farmaci.

Il ruolo degli ormoni sessuali

La sindrome di Raynaud riguarda circa il 10% della popolazione generale, soprattutto le giovani donne. Si stima che le donne in età fertile ne siano colpite secondo un rapporto di 9 a 1 rispetto agli uomini. Ciò riflette un maggior rischio nel sesso femminile, alla cui base vi è una probabile influenza dal punto di vista ormonale.

Il fenomeno di Raynaud è più frequente prima dell’avvento della menopausa e mostra una correlazione con il ciclo mestruale. In particolare gli studi sottolineano il ruolo degli estrogeni, che sono gli ormoni sessuali tipici delle donne, sebbene siano presenti in minor grado anche negli uomini. In medicina è ben noto che gli estrogeni partecipano nella regolazione termica del corpo e ciò avviene grazie agli effetti dello stato ormonale a livello dei recettori cellulari, che mediano il restringimento dei vasi. Inoltre, gli estrogeni sono coinvolti nel rilascio a metà del ciclo di noradrenalina, la quale a sua volta svolge un ruolo di primo piano nella vasocostrizione.

Sulla base delle evidenze scientifiche un’alterazione dei livelli degli estrogeni oppure una disfunzione delle loro azioni a livello cellulare ha un effetto sulle reazioni vascolari e termoregolatorie contribuendo alla sindrome di Raynaud. Pertanto è bene valutare ed eventualmente intervenire sullo squilibrio ormonale insieme ad uno specialista.

Cembio per il trattamento del fenomeno di Raynaud

In conclusione il fenomeno di Raynaud in alcuni casi può essere conseguente ad un disequilibrio degli ormoni sessuali, che incide a sua volta sulla salute vascolare. Sulla base di questi motivi il Centro di Medicina Biologica affronta questo disturbo non focalizzandosi unicamente su ciò che succede alle dita, ma andando alla radice della problematica come per esempio uno sbilanciamento nella sintesi e nell’azione degli estrogeni. Presso il nostro Centro effettuiamo analisi avanzate per la valutazione dei fattori che incidono sulla vasocostrizione periferica tra cui l’analisi del sistema nervoso autonomo, i marcatori pro-infiammatori ed il dosaggio innovativo di ormoni, che non possono essere analizzati mediante le analisi tradizionali. Infine affrontiamo questo disturbo tramite cure e trattamenti da personalizzare in sede di consulto sulla base delle condizioni di salute e degli esami diagnostici.

Se hai la sindrome di Raynaud contattaci per fissare un primo appuntamento con i nostri specialisti. La nostra segreteria è lieta di ascoltarTi.

Apri chat
Hai bisogno di risposte?
Ciao,
come possiamo aiutarti?