Pulizia del colon

Vuoi sapere come pulire il colon? Ecco l’articolo che fa per te.

Ma prima di tutto una domanda: pulire l’intestino da che cosa?

E’ bene tenere in mente che al giorno d’oggi l’intestino subisce più di tutti gli altri organi i cambiamenti legati allo stile di vita attuale. L’alimentazione scorretta, le abitudini non salutari (es. alcool), lo stress quotidiano e le terapie farmacologiche mettono l’intestino sempre più alle strette.

La pulizia del colon è importante, perché l’intestino rappresenta il canale principale attraverso cui entriamo in contatto con le tossine e con molecole potenzialmente dannose. I prodotti chimici ambientali, gli inquinanti, gli additivi, i metalli pesanti, i farmaci e molto altro ci raggiungono per lo più proprio attraverso il sistema digerente.

Ecco il punto chiave: il benessere intestinale previene e pone rimedio all’accumulo delle sostanze tossiche e nocive per l’organismo.

pulizia del colonNon dimentichiamo che le pareti intestinali sono sempre in prima linea per proteggerci dai microrganismi patogeni (es. Candida, E.coli), dai fattori alimentari poco tollerati e dalle tossine. Senza tralasciare che circa il 70% delle difese immunitarie del corpo risiedono stabilmente appena al di sotto della mucosa intestinale.

Quando l’intestino non è in forma spesso alla base c’è un aumento della permeabilità intestinale. Di che cosa si tratta? In breve accade che a causa dell’infiammazione nelle pareti intestinali si formano dei fori microscopici tra una cellula e l’altra. Queste aperture consentono il transito del contenuto intestinale attraverso la mucosa intestinale fino ad arrivare potenzialmente fino al torrente circolatorio. Ciò scatena una notevole reazione del sistema immunitario, che può dare origine ad un incremento dello stato infiammatorio sia a livello locale che sistemico con effetti anche extra-intestinali. Inoltre quale è la prima tappa del sangue dopo essere passato dall’intestino? Ebbene, arriva direttamente al fegato. Con tutto il carico di sostanze indesiderate. Non sorprende, pertanto, che oggigiorno anche il fegato sia oggetto di una sempre crescente infiammazione ed intossicazione, che rallentano pesantemente le sue funzionalità.

La pulizia del colon evita le problematiche intestinali ed epatiche rappresentando una valida alternativa terapeutica e preventiva.

Ma come si può intervenire per fare una profonda pulizia del colon?

Come pulire il colonUna risposta è data certamente dall’idrocolon-terapia. Che cos’è? Semplice! E’ un lavaggio dell’intestino crasso tramite un delicato flusso d’acqua. Il paziente rimane tranquillamente disteso sul lettino e può rilassarsi leggendo una rivista, guardando una serie TV o chattando al cellulare. Nel frattempo l’acqua rimuove dolcemente il contenuto intestinale a contatto con le pareti dell’intestino. E’ una metodica sicura, senza effetti collaterali ed estremamente efficace per la cura dei disturbi che coinvolgono l’intestino (ma non solo come vedremo). Trova, quindi, indicazione in caso di disbiosi, intestino pigro, stipsi, incontinenza fecale, defecazione ostruita e nell’infiammazione a livello intestinale. Comunemente è raccomandata in presenza dei seguenti sintomi: gonfiore e/o dolore addominale, meteorismo, alterazioni dell’alvo, necessità di sforzo durante la defecazione, senso di evacuazione incompleta o di urgenza.

Presso il Centro di Medicina Biologica è possibile effettuare percorsi personalizzati di detossificazione intestinale, che, oltre al ruolo importante dell’alimentazione, sfruttano anche trattamenti ambulatoriali tra cui l’idrocolon-terapia, l’ozono-terapia e l’utilizzo di sostanze bioattive a livello intestinale. In conclusione la pulizia del colon ha dimostrato di essere una strategia particolarmente d’aiuto per ripristinare il benessere e la funzionalità dell’intestino attraverso la riduzione dell’infiammazione locale, della permeabilità intestinale e della disbiosi di tipo sia putrefattiva che fermentativa. Infine i numerosi collegamenti tra l’intestino ed il resto dell’organismo rendono la cura dell’intestino importante anche in caso di disturbi o malattie ad esso associate come per esempio: infiammazione orale (es. afte), cefalea, problemi cutanei, disturbi del fegato ed auto-immunità.